Carta monouso per la pulizia di bar e ristoranti, come risparmiare sul consumo e sulla spesa

by giovedì, febbraio 27, 2014

bobine-carta-usa-e-gettaEccoci all’ultimo articolo della serie dedicata al materiale di consumo, di cui già ti accennavo nel precedente post: la bobina di carta monouso per pulire.

 

Come sai i rotoloni di carta monouso che usi nel tuo locale hanno 2 funzioni: asciugarsi le mani e pulire. Quello che è importante tu sappia è che in ambito alimentare non puoi usare per legge una carta che non sia per alimenti, ossia, tranne rare eccezioni, che non sia di pura ovatta di cellulosa.

 

La carta monouso riciclata, ad esempio, non può essere utilizzata in cucina perché è veicolo di batteri: se sapessi che con questa viene pulita l’affettatrice, porteresti tuo figlio a mangiare una pizza col prosciutto in quel locale?

 

Solitamente, visto che il consumo di carta monouso è tendenzialmente elevato, quando si va a scegliere una bobina di carta, si sceglie semplicemente quella a minor prezzo.

Il concetto è sempre lo stesso:

 

carta monouso per pulire -> non produce reddito -> spreco -> la butto via -> costo

 

Quindi meno spendi e meno costi sostieni… Giusto?

Sbagliato! Assolutamente sbagliato!

 

Se anche tu la pensi così sei decisamente sulla strada opposta a quella che porta ad una gestione oculata della tua spesa di materiale monouso. Innanzitutto, come ti dicevo, devi scegliere una pura ovatta di cellulosa. Dopodiché devi verificarne le caratteristiche tecniche: peso al mq; numero di strappi effettivi; altezza e lunghezza dello strappo.

Come conseguenza quindi devi conoscere la lunghezza effettiva del rotolo e la superficie di carta complessiva.

 

Importante: DEVI FARTI DARE LA SCHEDA TECNICA.

Non lasciarti tentare dalle offerte 10+5 o simili, perché l’unico obiettivo di chi fa questo tipo di offerte è liberare il suo magazzino e caricare il tuo!

 

Non è così che si ottengono risultati e risparmio con la carta monouso.

Per risparmiare è importante analizzare nell’insieme alcuni degli elementi importanti del tuo locale, compresa la tipologia dei prodotti che usi; ed in base a quelli che puoi scegliere (con il mio consiglio) la bobina più adatta alle tue esigenze. Discutiamo il prezzo e soprattuto ne prendi quante te ne servono.

 

In questa maniera otterrai il miglior prodotto, che è quello più adatto alle tue esigenze, al miglior rapporto qualità/prezzo, e un magazzino pieno solo di quello che ti serve per il mese di lavoro.

 

Il mese scorso ho fatto provare ad un mio cliente una bobina di carta da 4kg, 1000 strappi di alta qualità. Solitamente ne acquistava una decina di quelle 800 strappi da 2 kg perché voleva spendere il meno possibile.

 

Risultato: ha consumato 5 bobine anziché 10, risparmiando carta e denaro (circa il 23% di spesa in meno) e ottenendo prestazioni e risultati di pulizia decisamente migliori.

 

Quando devi scegliere le bobine di carta quindi, non lasciarti catturare da condizioni ed offerte che fanno solo l’interesse di chi te le propone, fai una valutazione più approfondita, con la garanzia soddisfatti e rimborsati e….risparmia fin da subito!!

 

 

Concludo qui l’argomento monouso consumabile.

Se hai domande da fare lascia pure un tuo commento.

Se vuoi conoscere quale sia la carta più adatta a te, chiamami o lasciami la tua mail nella sezione contattami.

 

Share Button

Ancora nessun commento

Che ne pensi?

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *